SCELTA DELLA MASCOTTE PER L'ADUNATA

scovare un alpino in casa
Saranno gli alunni delle scuole primarie e secondarie di tutto l'abruzzo ad inventare la mascotte per l'adunata degli Alpini a L'aquila e cosa ancora più bella a scovare all'interno della loro famiglia la presenza di un Alpino e a raccontarnela storia .
 
Questa l'originale iniziativa messa in campo dal Comitato "Aspettando L'Aquila 2015"( presieduto dall'Alpino Carlo Frutti) assieme all'ufficio regionale scolastico che prevede anche percorsi didattici con l'intento di approfondire tra i giovani studenti la conoscenza delle Penne Nere.
Chi ha portato il cappello Alpino con la penna nera difficilmente nè dimentica il significato.
Quel cappello e quella penna , racchiudono valori, come la solidarietà,l'impegno l'altruismo,l'orgoglio di essere Alpini sempre pronti a dare una mano a chi nè ha bisogno, ma forti nel difendere i valori della patria troppo spesso calpestati dalla corruzione, da una condotta morale miserevole e dall'attaccamento al denaro per il proprio vantaggio.
Quasi in ogni famiglia abruzzese c'è un famigliare o un parente vicino o lontano che ha indossato il cappello Alpino ( perchè questa è la storia della nostra regione),che è andato avanti, la cui storia bisogna raccontare , perchè la storia degli Alpini è fatta di sacrifici e di valori che non possono essere dimenticati ma che devono servire da esempio ai nostri figli.
E per questo che gli organizzatori dell'adunata hanno deciso di coinvolgere circa treceto istituti abruzzesi, d'intesa con la direzione scolastica regionale, per chiedere ai ragazzi di scovare una penna nera in casa propria.