Scova l'Alpino in casa e scelta della mascotte

scova l'alpino

si stanno svolgendo, d’intesa con l’ Ufficio scolastico regionale, una serie di manifestazioni in preparazione dell’importante evento che interesserà, oltre all’Aquila, l’intera regione. Sono stati coinvolti gli alunni della scuola primaria con un concorso finalizzato alla scelta dell’immagine della “mascotte” della manifestazione. Agli studenti della scuola secondaria di 1° grado, è stata riservata la ricerca «scova l’alpino che hai in famiglia», che faccia riemergere ricordi e testimonianze di storia alpina. Infine, gli studenti delle superiori, attesa l’importanza sociale, culturale e turistica dell’evento, sono stati resi partecipi mediante proiezioni video e conferenze. Le iniziative, partite lo scorso dicembre, hanno coinvolto centinaia di alunni di tutta la regione che sono stati avvicinati al mondo alpino e ai valori di solidarietà, amicizia, amor di Patria e rispetto delle regole nel ricordo di quanti sono “andati avanti” nel corso delle guerre mondiali e nelle missioni di pace del dopoguerra. L’iniziativa è sostenuta dal Centro con il direttore Mauro Tedeschini componente delle commissioni. Gli elaborati sono stati presentati  entro il 31 marzo ed il 1 di aprile presso la caserma Rossi si sono insediate le due commissioni giudicatrici per i due concorsi.

Per l’idea-concorso «Una mascotte per l’Adunata alpini L’Aquila 2015», la commissione giudicatrice è presieduta da Ernesto Pellecchia direttore generale dell’Ufficio scolastico regionale (presidente). Il coordinatore è il professore Fernando Vaccarelli e i commissari sono: Carlo Frutti, Antonello Di Nardo, Salvatore Robustini. Nel gruppo degli esperti figurano il direttore del Centro Mauro Tedeschini, Eugenio Carlomagno,Patrizio Bassanin, Angelo Del Sole, Pietro Blasin e Duilio Chilante.

Per il concorso «Scova l’alpino che hai in famiglia e racconta la sua storia», la commissione giudicatrice è composta dalle stesse persone scelte per l’altra iniziativa rivolta ai bambini delle elementari. Commissione che anche in questo caso è coadiuvata da un gruppo di esperti. Oltre a Tedeschini, del team fanno parte lo storico Walter Cavalieri, il professore Luca Rocchi e lo scrittore Goffredo Palmerini che in passato è stato anche amministratore comunale.

Le due commissioni giudicatrici una volta effettuata la scelta comunicheranno i nomi dei vincitori